AMERICAN GALLERY

Greatest American Painters

Mary Cassatt (1844 – 1926)

Posted by A. S. Amberson on April 15, 2012


The Caress

Mother And Child - The Oval Mirror

Children Playing On The Beach

Jules Being Dried By His Mother

Sara In A Green Bonnet

The Bath

Young Mother Sewing

Françoise Wearing A Big White Hat

Sara Handing A Toy To The Baby

The Mirror

Child In A Straw Hat - Little Girl In A Big Straw Hat

Little Girl In A Blue Armchair

Breakfast In Bed

The Garden Reading

Auguste Reading To Her Daughter

The Family

Mother And Sara Admiring The Baby

Baby Reaching For An Apple - Child Picking Fruit

Ellen Mary Cassatt With A Large Bow In Her Hair

Mother And Child

Mother Berthe Holding Her Baby - The Young Mother

Elsie Cassatt Holding A Big Dog

Maternal Kiss

Motherhood

Sleepy Thomas Sucking His Thumb

Mother Combing Her Child's Hair

Nurse Reading To A Little Girl

One Response to “Mary Cassatt (1844 – 1926)”

  1. vincenzo mazzei said

    Sono molto belli questi dipinti e disegni a pastello di Mary Cassatt, che è stata un’artista con la “A” maiuscola, una figura di primo piano nel panorama artistico dell’arte moderna e dell’Impressionismo in particolare. La sua predilezione per le scene di vita familiare, incentrate sul tenero legame tra madri e figli, secondo me, sta ad indicare un lieve rimpianto per quella condizione che rende una donna più completa, e che a lei, per sua libera scelta, è mancata: la maternità.
    La Cassatt sentiva di esser nata solo per l‘arte, e la condizione di moglie casalinga non poteva conciliarsi con la sua aspirazione di pittrice a tempo pieno. Fu sicuramente per questo che, nonostante fosse anche una bella donna, non manifestò mai l’intenzione di sposarsi. Ella non ebbe una vita facile e tranquilla, come erroneamente si sarebbe indotti a pensare ammirando le sue belle opere artistiche, ma dovette invece affrontare molte dure battaglie per affermare le sue idee. Era sostenuta da un carattere particolarmente ribelle, tenace e volitivo, che le permise di non arrendersi mai di fronte agli ostacoli ed ai pregiudizi, in un’epoca in cui la cultura e le arti figurative erano ritenute appannaggio esclusivamente maschile. Alla fine riuscì a conquistarsi almeno la simpatia e l’ammirazione degli artisti più contestatori, contribuendo con essi alla nascita di quello straordinario sodalizio artistico destinato a rivoluzionare completamente la pittura, fino allora eseguita secondo la fredda tradizione dell’insegnamento accademico e con lavori da studio. Penso che le opere della Cassatt, del periodo impressionista, siano da porre sullo stesso livello di quelle dei suoi colleghi e amici francesi (Monet, Renoir, Degas, Pissarro, etc…), che nei libri di storia dell’arte vengono citati di più. Inoltre, per la sua ferrea volontà nell’affermarsi in un ambiente tradizionalmente maschilista, credo che questa grande pittrice americana rappresenti anche una bella icona dell’emancipazione femminile.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d bloggers like this: